Il tuo diritto alla nascita nasce con il primo respiro

Il tuo diritto alla nascita nasce con il primo respiro

Uncategorized 0

Quanto ti senti in diritto di esistere? Ce lo svela il tuo respiro!

“L’intensità con cui avvertiamo questo diritto si riflette nel nostro modo di respirare” scrive Alexander Lowen il fondatore dell’Analisi Bioenergetica. Il respiro è l’elemento essenziale della vita umana … è con il respiro alla nascita  che diamo il benvenuto all’esistenza  ed è proprio attraverso l’inspirazione e l’espirazione che celebriamo ogni volta l’essere pulsante che siamo.

Se respirassimo tutti come fanno con naturalezza gli animali, il nostro livello energetico sarebbe alto e soffriremmo raramente di stanchezza e depressione cronica. Ma nella nostra cultura il respiro è perlopiù poco profondo e si ha la tendenza a trattenerlo.” A. Lowen

respirareAnzi, la maggior parte delle persone non è assolutamente consapevole di avere problemi respiratori, non sa come respira e ancora peggio non conosce l’importanza di una buona respirazione in tutti i processi vitali. Il respiro è’ semplicemente trascurato e rimane un fattore di poca importanza fintanto che non emergono problemi di salute, ansia, spossatezza, asma  o altri disturbi che inesorabilmente ci obbligano a portare coscienza al nostro modo di respirare.

A volte da alcuni pazienti mi sento dire che “respirare è  proprio una fatica”. Tanto siamo abituati a stare nella mente, identificati totalmente con i pensieri e le preoccupazioni della vita che la richiesta di lasciare per un attimo questi spazi per scendere in quelli meno esplorati  del corpo sembra un’impresa immane, coraggiosissima e a volte anche dolorosa.

Lo è stato anche per me inizialmente non lo nego. L’incontro con la bioenergetica è stata una grandissima fortuna – mi ha riportato alla Vita! –  ma sicuramente all’inizio non è stata priva di dolori e di scioccanti scoperte.

Viviamo una vita totalmente inconsapevoli di quello che accade al di sotto del nostro collo. Ma è paura o solo pura alienazione? Sembra che la maggior parte delle persone è assolutamente all’ oscuro di tutto ciò, ovvero non comprende e non conosce le enormi potenzialità del proprio corpo come strumento di conoscenza e come risorsa per la propria felicità.

Ma possiamo iniziare ora. Ecco che il nostro diritto di esistere come essere umani parte dal respiro… appena siamo consapevoli di questo ritmo incessante, pulsante e vitale possiamo ricontattare l’essere umano  che siamo. Senza questo viviamo come i robot, siamo preda di meccanismi automatici che non possono che condurci sempre e solo sulle stesse traiettorie di vita.

Vi ricordo che non esiste un respiro “perfetto”. Non esiste semplicemente perché ognuno è un persona  unica ed il respiro riflette la nostra essenza. L’inspirazione ci parla di quanto possiamo “ispirare” e prendere dalla vita e l’espirazione di quanto, invece, possiamo lasciarci andare alla vita ed “espirare” ciò che abbiamo dentro.

La respirazione naturale interessa tutto il corpo. Basta semplicemente osservare come respirano i bambini e gli animali. Il respiro coinvolge come un’onda pulsante tutto l’organismo, non tutte le zone del corpo sono  impegnate attivamente, ma tutte sono influenzate in maggiore o minor misura dalle onde respiratorie che lo attraversano.
La respirazione è tutt’altro che meccanica.

“E’ un aspetto del fondamentale ritmo corporeo di espansione e contrazione che si manifesta anche ne battito cardiaco.Più ancora, è un’espressione della spiritualità del corpo.” A. Lowen

Buon respiro a tutti!!

 

Comments are closed.