IM-POTENZA in CO-VID RETREAT

Uncategorized 0

Parlare di im-potenza ci obbliga a riflettere sul concetto di Potere.
Non mi sto riferendo alle prestazioni sessuali maschili, anche se, in una certa misura,della stessa energia si tratta.
In questi giorni così straordinariamente folli, l’impotenza ci viene a bussare alla porta.
Impotenza di agire, di uscire, di disobbedire, di andare verso ciò che desideriamo fuori da casa, impotenza impotenza impotenza.

Non si può, non è concesso!!!
E’ interessante notare come questo tipo di vissuto sia particolarmente evidente in coloro i quali vivono la propria im-potenza come stato di coscienza quotidiano e non solo in questo CoVid- Retreat.
Mi spiego meglio… potremmo dire che il contrario di impotenza è libertà?
Libertà di muoversi, di agire, di dire e di fare ciò che si vuole?

MI ADATTO O MI RIBELLO?
Solitamente quando fuori di noi vengono (im)poste delle proibizioni (le regole, i limiti del Padre) dentro di noi possiamo re-agire approssimativamente in due modalità: ribellione o accondiscendenza/sottomissione.
E così emergerà subito la tua “discendenza” … ovvero si mostrerà la struttura caratteriale che hai sviluppato nell’arco della tua infanzia.
Bambino adattato o bambino ribelle?
Lotto contro tutto e tutti o sto buono buono e non dico nulla perchè ho paura delle conseguenze?
Qui sarebbe già di per sè interessante esplorare le due possibilità… ovvero se sei sempre stato “un bravo bambino” cosa accade se inizi a dire la tua, ad alzare la voce a far valere i tuoi diritti?!
E invece… se sei sempre stato il “bastian contrario”, se vai sempre oltre i limiti e le regole sociale, cosa accade se impari a rispettare questi confini, anche se non ti piacciono?
Ecco già qui puoi fare la tua auto-analisi ed esplorarti in queste due modalità… ma non c’è solo questo.

IL VERO POTERE
C’è una TERZA VIA come sempre.
Che non è quella del bambino che va in re-azione adattamento – ribellione.
La terza via non è nemmeno quella di mezzo “un pò mi ribello, un pò mi adatto”. No!! Sei sempre nella dimensione del bambino, che ripeto non è male per niente… ma è ciò che hai sempre fatto!
Se vuoi diventare grande, devi poter andare oltre.
Perchè è l’Adulto che SCEGLIE.

Il vero Potere è Libertà di Scegliere.
E ora in tanti insorgeranno… mi dici come posso scegliere se sono chiuso in casa e non posso muovermi ?!!?!
Il movimento è un movimento interno.
Lo spazio è interno, lo spazio della libertà è sempre e solo interiore!!!
L’esterno ti serve solo per metterti in contatto con ciò che vivi dentro di Te.
La libertà è un Respiro che hai dentro.
Il vero Potere è la Scelta di essere ciò che Sei momento per momento.
Non è dominio, non è nemmeno sottomissione.
E’ consapevolezza del proprio Valore, della propria Luce, della propria Direzione.
Quando sei nella tua SOVRANITA’ ,comodo e rilassato, legittimi i tuoi istanti, come farebbe una Madre e un Padre con il proprio bambino. I genitori permettono al loro amato bambino di esprimersi liberamente ma allo stesso tempo lo proteggono da pericoli che ancora non conosce.
Quando sei Sovrano del tuo Regno (Spazio Interiore) non ti senti obbligato dai tuoi programmi a reagire a ciò che stai fuori, ma stai dentro,con ciò che si muove dentro di te e trovi ogni volta nuove strade per esprimere chi Sei, nei limiti e nelle possibilità che la Realtà ti mostra momento per momento.
Dunque chiediti… quanto permetto all’altro da me (persona, realtà, situazione) di mettere in in discussione la mia Sovranità interiore?
Ogni volta che vai in re-azione stai mettendo in discussione il tuo Vero Potere Creativo, la tua Origine, la tua Sensibilità, la tua Natura.
Si Re e Regina del tuo Regno.

“Puoi togliermi tutto …
Ma non la mia capacità di amare,creare, danzare.
Nel cuore si risvegliano desideri innati”

Laura

Oggi giovedì 16 Aprile 2020 mi vesto di giallo, onoro il Sole e il color Oro.

La Forza, il Coraggio, la Luce e le qualità Solari dentro di Me.
Il rosmarino mi ha accompagnato in questo scritto e qui lo riporto… scopro poi che la pianta di rosmarino è associata proprio alla gioia, al coraggio e all’immortalità dell’anima.
Veniva messo del rosmarino nelle mani dei defunti per agevolare il passaggio nell’aldilà.

Comments are closed.